Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Associazione Silvia Procopio

Ticagrelor rispetto a Clopidogrel nella malattia arteriosa periferica sintomatica


La malattia arteriosa periferica è considerata una manifestazione di aterosclerosi sistemica con associati eventi avversi cardiovascolari e degli arti.
I dati provenienti da studi precedenti hanno suggerito che i pazienti che assumevano la monoterapia con Clopidogrel ( Plavix ) avevano un rischio minore di eventi cardiovascolari rispetto a quelli che ricevevano Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ).

È stato confrontato Clopidogrel con Ticagrelor ( Brilique ), un potente agente antiagglomerante, nei pazienti con malattia arteriosa periferica.

In uno studio in doppio cieco sono stati assegnati a caso 13.885 pazienti con malattia arteriosa periferica sintomatica a ricevere la monoterapia con Ticagrelor ( 90 mg due volte al giorno ) oppure Clopidogrel ( 75 mg una volta al giorno ).

I pazienti erano ammissibili se avevano un indice caviglia-brachiale ( ABI ) di 0.80 o meno o avevano subito una precedente rivascolarizzazione degli arti inferiori.

L’endpoint di efficacia primario era un composito di morte cardiovascolare, infarto miocardico o ictus ischemico.
L’endpoint di sicurezza primario era il sanguinamento maggiore.

Il follow-up mediano è durato 30 mesi.

L'età media dei pazienti era di 66 anni e il 72% era rappresentato da uomini; il 43% è stato arruolato sulla base dell'indice ABI e il 57% sulla base della rivascolarizzazione precedente.
Al basale, l'indice medio ABI medio in tutti i pazienti era pari a 0.71; il 76.6% dei pazienti aveva claudicazione, e il 4.6% aveva ischemia critica degli arti.

L'endpoint primario di efficacia si è verificato in 751 su 6.930 pazienti ( 10.8% ) che ricevevano Ticagrelor e in 740 su 6.955 ( 10.6% ) che ricevevano Clopidogrel ( hazard ratio, HR=1.02, P=0.65 ).

In ciascun gruppo, l'ischemia acuta degli arti si è verificata nell'1.7% dei pazienti ( HR=1.03, P=0.85 ) e il sanguinamento maggiore nell’1.6% ( HR=1.10, P=0.49 ).

Nei pazienti con malattia arteriosa periferica sintomatica, Ticagrelor non ha dimostrato di essere superiore a Clopidogrel per la riduzione degli eventi cardiovascolari.
Il sanguinamento maggiore è avvenuto a tassi simili tra i pazienti nei due gruppi di studio. ( Xagena2017 )

Hiatt WR et al, N Engl J Med 2017; 376: 32-40

Cardio2017 Farma2017


Indietro