Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

Cilostazolo riduce la restenosi angiografica dopo terapia endovascolare per lesioni femoro-poplitee


Non è chiaro se il Cilostazolo ( Pletal ), che ha dimostrato di migliorare i risultati clinici della terapia endovascolare per lesioni femoropoplitee, riduca anche la restenosi angiografica.

Lo studio STOP-IC ( Sufficient Treatment of Peripheral Intervention by Cilostazol ) ha valutato se il Cilostazolo è in grado di ridurre il tasso di restenosi angiografica 12 mesi dopo l'angioplastica con impianto provvisorio di stent in Nitinolo per la lesione femoropoplitea.

Un totale di 200 pazienti con lesioni femoropoplitee trattati nel periodo 2009-2011 presso 13 Centri cardiovascolari sono stati randomizzati, in un rapporto 1:1, a ricevere Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) per via orale con o senza Cilostazolo.

L'endpoint primario era rappresentato dal tasso di restenosi angiografica a 12 mesi.
Gli endpoint secondari erano il tasso di restenosi nella ecografia duplex, il tasso di eventi cardiaci avversi, e la sopravvivenza libera da eventi della lesione bersaglio.

La lunghezza media della lesione e il diametro medio del vaso di riferimento al segmento trattato erano, rispettivamente, 128 mm e 5.4 mm.

La frequenza di stent utilizzato è risultata simile tra i gruppi ( 88% vs 90% nel gruppo Cilostazolo e non-Cilostazolo, rispettivamente, P=0.82 ).

Durante il periodo di follow-up, di 12 mesi, 11 pazienti sono deceduti e 152 pazienti ( 80% ) hanno fornito dati angiografici valutabili a 12 mesi.

Il tasso di restenosi angiografica a 12 mesi è stato del 20% ( 15/75 ) nel gruppo Cilostazolo rispetto al 49% ( 38/77 ) nel gruppo non-Cilostazolo ( P=0.0001 ).

Il gruppo Cilostazolo ha anche presentato un tasso di sopravvivenza libera da eventi significativamente più alto a 12 mesi ( 83% vs 71%, P=0.02 ), anche se i tassi di eventi cardiovascolari sono risultati simili in entrambi i gruppi.

In conclusione, il Cilostazolo ha ridotto la restenosi angiografica dopo angioplastica con impianto provvisorio di stent con Nitinolo per la lesione femoro-poplitea. ( Xagena 2013 )

Iida O et al, Circulation 2013; 127: 2307-2315

Cardio2013 Farma2013


Indietro