Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

Associazione tra vene varicose e tromboembolia venosa incidente e malattia delle arterie periferiche


Le vene varicose sono comuni ma raramente associate a gravi rischi per la salute. Anche la trombosi venosa profonda ( DVT ), l’embolia polmonare ( PE ) e la malattia delle arterie periferiche ( PAD ) sono malattie vascolari ma sono associate a gravi effetti sistemici.
Poco si sa circa l'associazione tra le vene varicose e l'incidenza di altre malattie vascolari tra cui la trombosi venosa profonda, l’embolia polmonare e l'arteriopatia periferica.

L'obiettivo di uno studio di coorte retrospettivo è stato quello di verificare se le vene varicose fossero associate a un aumentato rischio di trombosi venosa profonda, embolia polmonare o arteriopatia periferica.
Sono stati utilizzati i dati del Programma nazionale di assicurazione sanitaria di Taiwan.

I pazienti di età a partire da 20 anni con vene varicose sono stati arruolati nel periodo 2001-2013; pazienti senza vene varicose è stato abbinato per punteggio di propensione.
Sono stati esclusi i pazienti precedentemente diagnosticati con trombosi venosa profonda, embolia polmonare o arteriopatia periferica.
Il follow-up è terminato nel 2014.

I tassi di incidenza di trombosi venosa profonda, embolia polmonare e arteriopatia periferica sono stati valutati nelle persone con e senza vene varicose.

C’erano 212.984 pazienti nel gruppo vene varicose ( età media 54.5 anni, 69.3% donne ) e 212.984 nel gruppo controllo ( età media 54.3 anni, 70.3% donne ).
La durata mediana del follow-up è stata di 7.5 anni per la trombosi venosa profonda, 7.8 anni per l'embolia polmonare e 7.3 anni per l'arteriopatia periferica per i pazienti del gruppo vene varicose; per il gruppo controllo la durata del follow-up è stata di 7.6 anni per trombosi venosa profonda, 7.7 anni per embolia polmonare, e 7.4 anni per malattia arteriosa periferica.

Il gruppo con vene varicose presentava tassi di incidenza più elevati rispetto al gruppo di controllo per trombosi venosa profonda ( 6.55 vs 1.23 per 1.000 anni-persona; 10.360 vs 1.980 casi, differenza assoluta di rischio ARD, 5.32 ), per embolia polmonare ( 0.48 per il gruppo con vene varicose vs 0.28 per il gruppo di controllo per 1.000 anni-persona; 793 vs 451 casi; ARD, 0.20 ) e per malattia arteriosa periferica ( 10.73 per il gruppo con vene varicose vs 6.22 per il gruppo di controllo per 1.000 anni-persona; 16.615 vs 9.709 casi; ARD, 4.51 ).

Gli hazard ratio per il gruppo con vene varicose rispetto al gruppo di controllo erano 5.30 per trombosi venosa profonda, 1.73 per embolia polmonare e 1.72 per arteriopatia periferica.

In conclusione, tra gli adulti con diagnosi di vene varicose, è emerso un significativo aumento del rischio di trombosi venosa profonda incidente; i risultati per embolia polmonare e arteriopatia periferica sono meno chiari a causa del potenziale di confondimento.
Capire se l'associazione tra vene varicose e trombosi venosa profonda sia causale o rappresenti un insieme comune di fattori di rischio richiede ulteriori ricerche. ( Xagena2018 )

Chang SL et al, JAMA 2018; 319: 807-817

Emo2018 Cardio2018



Indietro